Quale Coda Sei?

Quale Coda Sei?

Ormai sono ben due mesi che non esco di casa e ben 4 mesi che non vado dal parrucchiere. Non voglio soffermarmi sul colore imbarazzante di capelli che mi ritrovo, ma sulla mia bravura nel trovare acconciature adeguate per mascherare la ricrescita. E sapete cosa ho sperimentato in tutte le salse? La coda.

Sembrerà strano, perché solitamente accentua un’eventuale ricrescita. Ma nel mio caso, abbinata ad un turbante, fascia o cerchietto è comoda per gestire i capelli che ormai dopo mesi e mesi senza nessun taglio non hanno più una forma e sono pesantissimi e ingestibili.

Di “code” ce ne sono a bizzeffe. Ognuna adatta ad una particolare personalità o al differente taglio di capelli. Proviamo a elencarle tutte e tu intanto prova a pensare a quella che tutti i giorni fai su di te. Magari è quella che ti sta meglio, ma potrebbe anche essere che ci sono altre “code” a cui non avresti mai pensato e invece ti starebbero divinamente.

Ordinata: la classica che fai tirando ben indietro tutti i capelli.

Creativa: vuoi far risaltare bene i capelli e renderli voluminosi con un elastico ben stretto.

Spettinata: tiri indietro i capelli ma lasci sempre qualche ciuffo davanti

Ananas: quando hai i capelli corti e il codino sembra proprio un ananas

Teenager: ti senti CIOVANE e ti metti d’impegno per creare delle forme

Riccioluta: hai kg di capelli e l’unico modo per non averli davanti e tirarli su è la coda riccioluta. Ma purtroppo avento così tanti capelli sei sempre ingombrante.

Professoressa: coda bassa e seria

Vintage: fai la coda ma ti senti una donna d’altri tempi e allora ti metti un bigodino per avere il ciuffo gonfio.

Nostalgica: coda bassa e laterale

Come si realizza una coda?

La coda si realizza con un elastico per capelli se si vuole avere una coda alta, mentre si può utilizzare anche un foulard se si vuole realizzare una coda bassa.

Gli elastici sono un “must have” di quest’anno e ho voluto cucirne due modelli.

Uno in stile fiocchetto, ma rigido. Adatto a chi vuole portare una coda creativa dove si vedrà spuntare un grazioso fiocchetto, ma anche per chi vuole dare un tocco trendy alla coda bassa. Consiglierei un elastico a fiocchetto anche alla coda nostalgia e professoressa.

Il secondo elastico è più somigliante ad un foulard e quindi particolarmente indicato per ci vuole portare una coda creativa, spettinata, ananas, teenager o riccioluta.

Ma tutte le tipologie di coda stanno bene a tutte?

In realtà no, bisognerebbe tenere in considerazione la forma del viso. La coda alta è indicata per chi vuole assottigliare i volti tondeggianti. Se invece il tuo volto è magro e triangolare dovresti preferite la coda laterale perché arrotonda l’ovale del volto.

 Io vario tra due opposti: la coda nostalgica e la coda creativa. Tutto dipende dall’ultima volta che ho lavato i capelli. Diciamocelo, la coda è anche un ottimo alleato nei giorni precedenti al lavaggio dei capelli

E ora che sai tutto sulle “code”. Tu quale coda sei?

infografica di Abiby: https://www.abiby.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

uno × quattro =

X