La chemioterapia e la cura di noi

La chemioterapia e la cura di noi

Le esperienze della nostra vita ci portano ad imparare.
Il mio percorso nel cancro mi ha insegnato molte cose, alcune più profonde e intime, altre più pratiche.
Oggi, con questo nuovo post dopo molti mesi, voglio raccontarvi di come ho imparato a prendermi cura della donna che sono stata in questi sei mesi di chemioterapia.

Appena avuta la diagnosi e l’informazione che avrei dovuto affrontare la chemio, mi sono subito attivata per comprendere al meglio quali prodotti sarebbero stati più adatti alle mie esigenze. Il primo pensiero sono stati i capelli.

CAPELLI

Nessuno vorrebbe mai perdere i capelli, questo è chiaro, ma di fronte all’inevitabile non si può far altro che reagire e affrontare tutto al meglio. Così, dopo la prima chemio (i capelli cominciano a cadere dopo circa 21gg), sono andata a tagliarli, un taglio corto nemmeno troppo bello devo dire…ma poco mi ha importato perché dopo una settimana, con l’aiuto del mio compagno e di una macchinetta, li ho rasati. Sono passata da avere i capelli lunghi a circa 6mm. Il mio consiglio è proprio quello di fare così, la caduta dei capelli può essere traumatica e fastidiosa, il cuoio capelluto ne risente e può dare un po’ di indolenzimento. Paradossalmente si ha la stessa sensazione di quando si tengono i capelli legati molto tirati per tante ore. Per cercare di lenire la pelle, ho acquistato un prodotto nato proprio per questo motivo, con il quale mi sono trovata molto bene:

Si tratta di un olio bifasico spray che spruzzato sulla cute dona subito sollievo, lenisce, idrata e non unge assolutamente.

UNGHIE

Gli effetti collaterali della chemio non sono esattamente per tutti uguali, ma una conseguenza potrebbe essere l’indebolimento, lo sfaldamento e lo scurirsi delle unghie. Fortunatamente non ho mai avuto problemi ma ho comunque utilizzato prodotti adatti, non aggressivi, che mi hanno permesso di avere unghie curate e sane durante tutto il trattamento. Tutti i prodotti li ho acquistati su ww.oncovia.it

Si tratta di smalti al silicio, particolarmente indicati per chi ha problemi di unghie fragili. La chemioterapia ci rende fotosensibili perciò è bene proteggere le unghie anche dall’esposizione diretta alla luce del sole perciò lo smalto è nostro alleato. Ricordate di utilizzare un solvente senza acetone per rimuoverlo e magari idratate le unghie con olio di mandorla.

PELLE

Viso

La vostra pelle sarà molto sensibile, al sole in primis ma anche al freddo e ai prodotti “estranei”, perciò il mio consiglio è senz’altro quello di idratare profondamente la vostra pelle. Evitate l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde e, nel resto della giornata, proteggetevi con un SPF (Sun Protection Factor – fattore di protezione) adeguato perché la fotosensibilità data dalla chemio può causare macchie solari.

Sia per la skincare che per il make-up prediligete prodotti delicati, possibilmente senza silicone e profumo (spesso allergizzante). Tutto ciò che è naturale è ben accetto, salvo allergie o intolleranze. Quindi ricordate bene: idratare, lenire e proteggere sono le tre cose fondamentali. Consiglio vivamente l’utilizzo generoso di acqua termale sia per rinfrescarsi e idratarsi, sia per “sciacquare” il viso dopo lo strucco, così da togliere anche i residui lasciati dall’acqua corrente.

Corpo

Evitate peeling troppo aggressivi, cerette e tutto ciò che può causare traumi cutanei. I peli pian piano cadranno e per qualche mese sarete lisce senza ricorrere all’estetista (guardiamo il lato positivo!). Anche per la pelle del corpo scegliete una buona crema o dell’olio idratante da applicare dopo la doccia.

BOCCA

Uno degli effetti collaterali della chemio è la stomatite. Anche in questo caso mi ritengo piuttosto fortunata perché non ho avuto grandi disturbi. Tuttavia è importante un’attentissima igiene orale, lavarsi i denti dopo i pasti, fare sciacqui con acqua e bicarbonato e una volta al giorno, per periodi alterni, utilizzare un collutorio senza clorexidina per evitare l’ingiallimento dei denti.

Questi sono solo piccoli consigli, qualche trucchetto basato sulla mia esperienza per cercare di tenere a bada gli effetti collaterali dei farmaci chemioterapici che sono molto forti.
Ricordiamoci sempre che ancor prima di essere pazienti oncologiche siamo donne.
Seppur la chemioterapia vi cambierà a tal punto che potrete faticare a riconoscervi davanti allo specchio, ricordate sempre che sarà solo una parentesi della vostra vita e che tutto tornerà come prima. I capelli ricresceranno, la stanchezza passerà e arriverà il giorno in cui dovrete chiamare l’estetista per prenotare la ceretta!

Tutti i prodotti li ho acquistati su www.oncovia.it 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

X